Come utilizzare la Musica sub

Come utilizzare la Musica sub

Per potere approfittare al massimo
di quest’esperienza vi diamo alcuni consigli,
che speriamo vorrete tenere in considerazione

– Evitate di prendere caffe’, te’, cioccolata, alcool, od altre sostanze che possono risultare stimolanti; cosi’ come dovrete evitare l’uso di calmanti, almeno da una mezz’ora prima di iniziare la “seduta subliminale”;

– Sistematevi in un posto, che sia ben aerato, fresco e nella semi-oscurita’, possibilmente il meno disturbato dai rumori della casa;

– Coricatevi comodamente sul dorso, la testa appoggiata su un cuscino basso, le braccia allungate lungo il corpo, e leggermente piegate, i palmi delle mani rivolti verso il basso; le gambe allungate, con i talloni distanziati fra di loro di circa quindici\venti centimetri e le punte dei piedi rivolte verso l’esterno.
Tutto questo non e’ comunque tassativo; alcune persone preferiscono infatti praticare il “rilassamento subliminale”, stando sedute su una comoda poltrona;

– Slacciate quelle parti di vestiario che potrebbero risultare fastidiosamente strette, a livello della vita, del torace, o del collo;

– Non fate sforzi eccessivi; abbandonatevi semplicemente alla musica, concentratevi su di essa e lasciate scorrere i pensieri sullo schermo mentale;

– Per utilizzare al massimo il beneficio degli infrasuoni contenuti nella traccia, utilizzate, se possibile, una cuffia stereo. Solo in tal modo, infatti, ai due emisferi cerebrali arrivano due messaggi sonori ben differenziati;

– Tenere un volume medio, in modo che le onde vibratorie si possano sentire chiaramente ma che allo stesso tempo non diano oppressione ai timpani o senso di fastidio.
Nel caso della musica con “Effetto Mozart” se il volume e’ troppo alto e l’impianto di riproduzione del cd non e’ di alta qualita’ si potrebbero verificare delle distorsioni sonore sulle alte frequenze;

– E’ importante (se utilizzate un computer) che dalla scheda sonora vengano tolti tutti gli effetti di ambiente, spaziali, 3D e cose del genere, in quanto simulano, alterando il suono originale, delle ambientazioni particolari, che possono compromettere l’effetto degli infrasuoni;

– E’ da evitare assolutamente l’ascolto durante attività che richiedono molta attenzione (se non diversamente specificato); per esempio, mentre si è alla guida dell’automobile o si e’ al controllo di sistemi di sicurezza e cose del genere;

– Sicuramente, in alcuni giorni le distrazioni saranno piu’ insistenti che in altri. Non preoccupatevi: la vostra seduta di “subliminale” sara’ comunque valida; questo susseguirsi di pensieri non e’ altro infatti che il segno della dissoluzione di alcune tensioni. Lasciatele tranquillamente fluire, riportando la vostra attenzione sulla musica;

– Alla fine della vostra seduta, concedetevi una profonda respirazione e un vigoroso stiramento delle membra, come fareste svegliandovi dopo una buona notte di sonno. Poi, aprite gli occhi e, prima di alzarvi definitivamente, state per un attimo seduti, cosi’ da non incorrere in leggeri stordimenti;

– Vi raccomandiamo di fare il vostro esercizio costantemente, due volte al giorno (al massimo tre volte al giorno): prima della colazione del mattino e del pasto di sera;

– Consigliamo di tenere la bocca socchiusa portando la lingua a contatto con il palato facendo in modo di toccare con la punta gli incisivi superiori senza fare sforzi eccessivi;

– Mettete in “loop” (ciclo continuo) la musica (se la traccia e’ piu’ corta) in modo da ascoltare il brano per circa venti minuti a seduta. E’ una lunghezza studiata accuratamente; non deve essere superata in una stessa seduta (se non diversamente specificato); cio’ provocherebbe un effetto di saturazione e non sarebbe di alcun beneficio ma comunque senza neppure conseguenze negative.

Come ogni buona tecnica, anche quella “subliminale” ha un effetto cumulativo; non lasciatevi, quindi, prendere dai problemi della giornata, usandoli come una scusa per tralasciare il vostro momento di distensione.
Potra’ capitare il giorno in cui non avrete veramente l’opportunita’, o il tempo di praticare il vostro esercizio sdraiati, o seduti; non fatevi eccessivi problemi; seguite ugualmente la musica, mentre vi occupate delle vostre attivita’ abituali, come, ad esempio, preparare il pranzo. Ne avrete, comunque, giovamento, anche se l’effetto non sara’ al massimo della sua potenzialita’.

Il fatto di ascoltare passivamente le frequenze non e’ necessariamente sufficiente ad alterare il vostro stato cerebrale al massimo livello; la capacita’, la costanza, la disponibilita’, la forza di volonta’, la concentrazione, la predisposizione e la situazione neuro-cerebrale iniziale aiutano molto e donano effetti piu’ intensi.

ATTENZIONE!
La “musica subliminale con infrasuoni” in particolar modo quella rilassante, come ogni tecnica di rilassamento, abbassa il livello della vostra attenzione (se non diversamente specificato); non fate quindi mai uso della musica subliminale con infrasuoni se siete in macchina o impegnati in occupazioni che richiedano una vigilanza dei vostri riflessi.

Nota importante (relativa solamente alla musica subliminale con infrasuoni)
Le persone che:
– hanno una predisposizione all’epilessia, o alle convulsioni;
– sono portatori di pace-makers;
– soffrono di aritmia cardiaca, o di altre disfunzioni cardiache;
– fanno uso di psicofarmaci, di tranquillanti, o di droghe;
dovrebbero fare a meno di utilizzare la “musica subliminale con infrasuoni”; e nemmeno tentare di provarla, sia pure per pochi istanti.
In nessun modo i creatori e i gestori del sito sono da ritenere responsabili del suo utilizzo.