Noise (Rumori) ed effetti psicoacustici

Noise (Rumori) ed effetti psicoacustici

di Marco Stefanelli

I cosiddetti noise (rumori) possono essere trovati dappertutto in Natura. Nel mondo della tecnologia e della e scienza spesso e’ un fenomeno non desiderato.
Ci sono vari generi di rumori. Il noise può essere comune o “ammorbidito”, qualche volta è descritto con un colore (es. rumore rosa, rumore bianco, ecc.). La caratteristica più importante del noise e’ l’imprevedibilita’. Il vero rumore naturale non può essere previsto completamente ma può essere simulato con varie formule matematiche.

I Noise piu’ comuni e importanti:

White noise (Rumore bianco)
Questo genere di rumore ha uguale energia (loudness o volume) sulle varie frequenze (spettrogramma piatto), ovvero, se si misura l’ampiezza del suono nella banda di frequenze da 100 a 200 Hz (Hz “Hertz” o “cicli per secondo”) si ha la stessa ampiezza del suono che nella banda da 3000 a 3100 Hz o anche da 19.000 a 19.100 Hz.
Il rumore bianco è generoso in “brillantezza” e per questo, essendo l’orecchio umano piu’ suscettibile alle alte frequenze, non risulta molto rilassante. E’ efficace per mascherare altri suoni e in particolari circostanze e’ indicato per provocare allucinazioni uditive.

Pink noise (Rumore rosa)
Questo rumore ha una frequenza spettrale di 1/f con una caduta di 3dB per ottava e quindi uguale energia per ottava. Di solito il rumore rosa è prodotto con un filtraggio passa-basso del rumore bianco. Il rumore rosa avrà la stessa ampiezza nella banda da 110 a 220 Hz come da 220 a 440 Hz o da 7.040 a 14.080 Hz. Se si ingrandisce o si restringe l’onda con un oscilloscopio la forma d’onda ha sempre la stessa “trama”.
Il pink noise non e’ ne’ casuale ne’ prevedibile ed ha una struttura frattale.
Il rumore rosa suona più naturale degli altri rumori ed e’ molto rilassante. Lo troviamo spesso in Natura e suona come la pioggia, le cascate d’acqua, l’acqua che scorre nel vimini o dell’oceano praticando il surf e altri suoni naturali. Spesso si usa per “ambienti” musicali elettronici e come segnale test per “accordare” il rinvigorimento dei sistemi sonori (molti egualizzatori e analizzatori di spettro audio hanno generatori di rumore rosa).

Brown noise (Rumore marrone)
Questo è un genere di rumore che sta a meta’ tra il rumore bianco e quello rosa ed ha una distribuzione dell’ampiezza 1/(f^2) con una caduta di 6dB per ottava. Il rumore marrone contiene una grande quantita’ di basse frequenze ed è il suono tipico del tuono e del cammino casuale che obbliga l’ampiezza della forma d’onda ad aumentare e diminuire casualmente.

Altri tipi di Noise:

Red noise (Rumore rosso)
Un genere di rumore molto “basso” ottenuto con un pesante filtraggio passa-basso. Questo rumore suona come un rimbombo molto basso – un treno che passa nel sottopassaggio pedonale o un sistema di aria condizionata chiassoso. La definizione di rumore rosso non è precisa come quella del rumore bianco e rosa. Il termine e’ usato soprattutto per rumori a basso-pitch nella musica elettronica.

Blue noise (Rumore blu)
Questo rumore e’ praticamente l’inverso del pink noise con un incremento di frequenza di 3dB per ottava. L’intensita’ e’ proporzionale alla frequenza (f). Viene generato di solito con un filtraggio passa-alto del rumore bianco. Suona veramente stridulo e artificiale. Come per il rumore rosso, anche in questo caso non è una definizione precisa e si riferisce a rumori con molti toni alti.

Violet noise (Rumore violetto)
E’ l’inverso del brown noise. Ha una frequenza di pre-enfasi di 6dB per ottava e una intensita’ caratteristica di f^2.

Diotic Noise
Questo definizione si assegna ad un segnale monofonico con alcune proprieta’ stereofoniche o binaurali. Il rumore diotic presenta lo stesso segnale, correlato, ad entrambi gli orecchi – rumore monofonico. Il rumore Diotic puo’ essere in fase o in contro-fase (180°). Quello in fase suona come un rumore che attraversa la testa quando e’ ascoltato con le cuffie. Quello in contro-fase suona come un rumore che gira intorno alla testa, sempre quando lo si ascolta con le cuffie.

Dichotic Noise
Quesa e’ una definizione di rumore con due segnali separati non correlati e presentati a ciascuno orecchio. È molto più stimolante e rinfrescante (soggettivamente) di quello monofonico o diotic. Dove il rumore diotic monofonico suona come un fischio della radio il dichotic suona come un temporale all’aperto.